Scritture contabili e di bilancio

Il Codice del Terzo Settore ha stabilito per tutti gli Enti del terzo settore l'obbligo di redigere il bilancio di esercizio, secondo le modalità previste dal codice stesso. Tale disposizione, come espressamente specificato dal Ministero comepetente il 29 dicembre u.s., è già in vigore dal momento che non necessita che il registro unico del terzo settore sia operativo.

 

Il bilancio di esercizio deve essere formato da:

  1. stato patrimoniale;
  2. rendiconto gestionale con l'indicazione dei proventi e degli oneri dell'ente;
  3. relazione di missione (che darà evidenza delle poste di bilancio, dell'andamento economico e gestionale dell'ente e delle modalità di perseguimento delle finalità associative).

Se gli enti sono di piccole dimensioni (cioè presentano entrate inferiori a € 220.000,00), possono redigere il bilancio nella forma del rendiconto per cassa.

 

I modelli a cui uniformarsi per la stesura del bilancio di esercizio, saranno approvati con apposito decreto ministeriale.  Inoltre, quando il registro unico nazionale del terzo settore sarà operativo, gli enti del terzo settore dovranno depositare pressolo stesso registro il bilancio, entro il 30 giugno di ogni anno.

 

Gli Enti del terzo settore con entrate superiori ad 1.000.000,00 € dovranno redigere e depositare presso il registro unico, anche il bilancio sociale