Gli Enti del Terzo Settore

Sono Enti del Terzo settore:

  1. le organizzazioni di volontariato,

  2. le associazioni di promozione sociale,

  3. gli enti filantropici,

  4. le imprese sociali, incluse le cooperative sociali,

  5. le reti associative,

  6. le società di mutuo soccorso,

  7. le associazioni, riconosciute o non riconosciute,

  8. le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi.

Gli Enti del Terzo Settore per essere riconosciuti tali, devono essere iscritti nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.
 

Non fanno parte del Terzo settore:

  1. le formazioni e le associazioni politiche,

  2. le amministrazioni pubbliche,

  3. i sindacati,

  4. le associazioni professionali e di rappresentanza di categorie economiche, 

  5. le associazioni di datori di lavoro,

  6. gli enti sottoposti a direzione e coordinamento o controllati dai suddetti enti (ad esclusione del settore della protezione civile).

Agli enti religiosi civilmente riconosciuti si applicano le regole del Codice del Terzo Settore limitatamente alle attività di interesse generale da essi realizzate, e solo a condizione che si dotino di un apposito regolamento che integri i requisiti previsti dal codice.

 

Per conoscere come costituire un'associazione del terzo settore si invita a leggere qui.

Per conoscere come redigere atto costitutivo e statuto di un ente del terzo settore (comprese le associazioni), s invita a leggere qui.